Indirizzo email:
 
PSICOMIC
Pagina Facebook
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
Perchè Consultarlo
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
La nostra idea
Cos'è Psicologo@mico
A chi è rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princípi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessività
La curiosità terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 Agli anziani il sonno serve non è vero che ne basta poco

Che con l'aumentare dell'età si tenda a dormire di meno è un fatto assodato: il sonno si fa più leggero e diminuiscono le ore trascorse tra le braccia di Morfeo. Una consolazione, per molti, è l'idea che questo cambiamento di abitudini rifletta una diversa esigenza biologica, ossia che più adulti si diventa, meno si ha bisogno di dormire per funzionare al top delle proprie possibilità. Ebbene, secondo un recente studio dell'Università della California, non c'è modo di indorare la pillola: la storia che le persone anziane dormono meno perché ne hanno meno bisogno è un "mito", prove scientifiche alla mano.


 L'ETÀ GIUSTA PER IL MATRIMONIO

Ci voleva la matematica per stabilire l'età migliore per le nozze. Una formula aiuterà d'ora in poi le persone a scegliere il momento migliore, per evitare problemi in futuro e per assicurare una vita di coppia serena e duratura.


 SESSO, SOLO IGNORANZA: FAMIGLIA E SCUOLA NON BASTANO

Un decalogo da seguire quando in Tv si parla di sessualita'. A proporlo e' la Societa' italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo), che avanza l'idea di utilizzare i programmi piu' seguiti dai ragazzi per educarli a comportamenti responsabili. Parlare al "Grande fratello" di scelte consapevoli?


 Successo sociale: una questione di cervello?

Per avere successo nella vita occorre qualcosa che ha a che fare con la nostra personalità, in particolare, con la nostra motivazione. Cosa ci spinge ad agire? Cosa ci fa prendere decisioni, affrontare cambiamenti anche radicali? La forza della motivazione, come variabile psicologica che attiva l’organismo e dirige il comportamento verso un fine, si basa su alcuni presupposti: il bisogno di ottenere qualcosa deve essere intenso ed in grado di creare una attesa; capacità di rinviare la gratificazione al momento più opportuno e di resistere alle frustrazioni ed allo stress; inoltre, una volta raggiunto l’obiettivo, il grado di soddisfazione raggiunto deve essere alto.


 L'innata capacità musicale del neonato

La percezione musicale riposa su sofisticate capacità cognitive per la decodifica delle note, del ritmo, del timbro e per l'elaborazione di elementi sequenziali che formano strutture gerarchiche atte a veicolare l'espressione emotiva e significati. A dispetto di questa complessità, si stanno accumulando dati che indicano che anche nella primissima infanzia i bambini sono estremamente sensibili all'informazione musicale.


 L'elogio della pennichella migliora la memoria

Dalla scienza l’elogio del pisolino. Un’ora di sonno pomeridiano migliora la memoria e l’apprendimento, “ripulendo” il cervello e facendolo ripartire alla grande. Lo affermano i ricercatori dell’università della California, a Berkeley, che oggi presentano il loro studio al congresso dell’Associazione americana per l’avanzamento della scienza, in corso a San Diego.


 Bluff depressione

Uno studioso americano ha messo le mani sulle carte segrete delle aziende che producono  antidepres-sivi. E ha scoperto che non sono più efficaci dei placebo. Lo abbiamo intervistato. Colloquio con Irving Kirsch.


 Grigio come la depressione

Il grigio sembra proprio essere il colore della depressione, stando a una ricerca i cui risultati sono ora pubblicati sulla rivista ad accesso libero BMC Medical Research Methodology. Il singolare studio si è svolto per iniziativa di Peter Whorwell, docente di medicina presso lo University Hospital of South Manchester, in collaborazione con l'Università di Manchester, nel Regno Unito, che ha ideato una “ruota dei colori”, uno strumento che permette alle persone di scegliere un colore in risposta a una domanda.


 Quando il lavoro è un problema di testa Crescono i ‘malati di ufficio’

Sono quattro milioni gli italiani che si ammalano o soffrono per colpa del lavoro. La precarietà conta molto, ma tra chi ha problemi psicologici c'è chi non fa carriera, chi si ritiene vittima di soprusi da parte del datore di lavoro, chi si sente mobbizzato dai colleghi e chi è costretto a svolgere una mansione diversa da quella che sperava per capacità e titoli. Lo sostiene l'Ispesl...


 Pedofilia, don Di Noto: in 10 anni 80 preti coinvolti in Italia

L'Italia non è immune dal fenomeno della pedofilia che ha scosso la Chiesa cattolica irlandese, tanto è vero che negli ultimi dieci anni sono stati circa 80 i sacerdoti coinvolti. Lo ha detto in un'intervista a Radio Vaticana don Fortunato Di Noto, parroco di Avola e presidente dell'Associazione Meter a tutela dell'infanzia.


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 46 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi