Indirizzo email:
 
PSICOMIC
Pagina Facebook
Chi č e Cosa fa
Chi č e Cosa fa
Perchč Consultarlo
Chi č e Cosa fa
Chi č e Cosa fa
La nostra idea
Cos'č Psicologo@mico
A chi č rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princķpi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessivitą
La curiositą terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 Weekend deleterio per gli adolescenti

Gli adolescenti di oggi sono sempre più sedentari, ma è nel fine settimana che danno il peggio. Uno studio europeo, pubblicato sulla rivista Preventive Medicine, segnala in particolare che circa un terzo degli adolescenti guarda almeno due ore di televisione al giorno e che nei weekend si eccede anche del 60 per cento.


 La sindrome da bambini iperattivi č una malattia genetica

Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (Adhd) è causato da fattori genetici e non da condizioni sociali. Una nuova ricerca pubblicata dalla rivista scientifica Lancet sgombra così il campo dalle teorie che legavano questo disturbo a problemi in famiglia o a un’alimentazione ricca di zuccheri.


 Quei primi nove mesi che scrivono la nostra vita

Non è affatto un periodo di attesa. Tra il concepimento e la nascita, il bambino sta costruendo il suo futuro. E oggi alla scienza de "I primi nove mesi che delineano il resto della vita" dedica la copertina il magazine Time, partendo dal titolo di un libro appena pubblicato in America da Annie Murphy Paul per Free Press.


 Come le coccole cambiano il DNA

Una grave carenza di attenzioni parentali può agevolare lo sviluppo di disturbi mentali: la cosa è ben nota a livello clinico, ma per la prima volta una ricerca ha individuato i meccanismi molecolari - di carattere epigenetico - che sottostanno a questa correlazione.


 Uomini: le prioritą nella scelta della partner

Qual è la prima cosa che un uomo osserva quando cerca una compagna, il corpo o il volto? Secondo una ricerca apparsa sulla rivista Evolution and Human Behavior, la risposta è legata al tipo di relazione che l’uomo ha intenzione di intraprendere.


 Anche la Gazzetta del Sud parla di Psicologo@mico

Possiamo dire di aver festeggiato nel migliore dei modi il primo anno di attività del sito! Dopo il servizio andato in onda nel TG dell'emittente ANTENNA DEL MEDITERRANEO e ONDA TV, siamo felici di poter leggere di noi anche sulla GAZZETTA DEL SUD, con un articolo pubblicato Lunedi 27 Settembre.


 Cervello, maschi e femmine una sfida "multitasking"

Le ragazze si arrendano: i maschietti hanno un cervello del 9 per cento più grande del loro. Beh, potrebbero giustamente replicare le signorine, dipende dall'uso che ne fanno.. Macché: gli uomini hanno comunque una quantità di "materia grigia" 6 volte e mezzo più grande di quella delle donne. Due a zero? Fosse così semplice: la sfida sul cervello tra uomini e donne è la partita più pericolosa che gli scienziati di tutto il mondo stanno giocando da anni.


 A tavola tutti insieme per scongiurare droga e alcol

Una famiglia unita a cena è una famiglia sana. Ad avvallare questa teoria una ricerca della Columbia University che collega direttamente il momento sacro delle chiacchiere di famiglia intorno al tavolo del pasto serale con un minore consumo di alcol, sigarette, marijuana. E scopre che, contrariamente a quanto molti genitori possano pensare, i ragazzi adorano il momento della cena e il calore della famiglia riunita.


 "Parlare da soli fa bene": spazzati i luoghi comuni

E' una scena che capita a tutti di vedere: un uomo o una donna camminano per strada intrattenendo un'animata conversazione con se stessi. Il commento che facciamo di solito è sempre lo stesso: "Quello deve essere un po' matto". O perlomeno strano, strambo, stravagante. Parlare da soli, in effetti, viene comunemente ritenuto un segno di qualche instabilità mentale.


 Aggressivi col cuore fragile

Fare dell’aggressività e della competitività una filosofia di vita può costare caro. Che si tratti di dare la scalata a una banca o di conquistare un parcheggio, poco importa. Vivere perennemente con il coltello fra i denti può mettere a repentaglio la salute, aumentando il rischio di infarto e ictus. È quanto dimostra uno studio italo-americano pubblicato sulla rivista Hypertension e condotto su oltre 5mila abitanti della Sardegna.


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 98 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi