Indirizzo email:
 
PSICOMIC
Pagina Facebook
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
Perchè Consultarlo
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
La nostra idea
Cos'è Psicologo@mico
A chi è rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princípi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessività
La curiosità terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 I fumatori soffrono di più

Il nefasto legame tra tabacco e cancro è ormai ben definito. Ora però uno studio pubblicato sul numero di gennaio 2011 sulla rivista Pain ipotizza che i pazienti oncologici che continuano a fumare nonostante la loro diagnosi vadano incontro a una maggiore sofferenza rispetto agli altri.


 Psicologia: lo studio, lui convive per sesso full time, lei pensa al 'si''

Le donne vanno a convivere per amore e come trampolino di lancio per il matrimonio, gli uomini per 'assicurarsi' il sesso. Forse non ci voleva uno studio che confermasse quello che più che un cliché sembra essere a questo punto una certezza.


 Passate delle ore su Facebook? Attente ai disturbi alimentari

Passano ore e ore incollate a Facebook. Poi magari sfogliano un paio di riviste di moda, quindi si vedono in tv telefilm sul genere "Gossip girl", pieni di ragazze bellissime e soprattutto magrissime. Le quindicenni che trascorrono così il tempo libero sono candidate ideali ai disturbi alimentari, oltre che quasi sicuramente insoddisfatte e poco fiduciose in loro stesse.


 I giovani snobbano l'andrologo uno su 4 ha problemi di fertilità

I 'maschietti' italiani snobbano l'andrologo. Tanto che poco più di due su dieci si sono sottoposti a una visita medica nell'arco del 2010. Eppure quello della fertilità è un problema tanto connesso agli stili di vita della società contemporanea che i problemi e i disturbi cominciano a manifestarsi già all'età di vent'anni.


 Salute, le nuove emergenze "Italiani più pigri e obesi"

Più grassi, pigri e 'acciaccati'. La salute degli italiani, e delle italiane soprattutto, per quanto ancora discreta, sta perdendo colpi a causa di cattivi stili di vita. Cresce il consumo di antidepressivi, ma anche quello di cocaina e alcol. Il declino però non dipende solo da cattiva volontà, sedentarietà e poca attenzione nei confronti dei abitudini di vita corrette, ma anche dalle condizioni del Servizio sanitario nazionale.


 Guida di auto-aiuto per le famiglie

Spesso affrontano in solitudine le anomalie e le malformazioni che colpiscono fin dalla nascita i loro bambini, ma anche gli ostacoli quotidiani nell’accesso alle cure, ai servizi sociosanitari, ai bisogni di autonomia dei figli che crescono.


 Depressione post-partum e male oscuro delle città

Depressione post partum e male oscuro: due convegni a Milano, il 10 marzo e il 7-8 aprile, fanno il punto su due disturbi che colpiscono in modo "selettivo" le neo-mamme e chi vive nelle grandi città.


 Il potere di persuasione (occulta) delle metafore

Potrebbe sembrare un argomento scontato. Occorre invece rifletterci con molta attenzione e stare in guardia. Un’équipe di psicologi statunitensi ha voluto indagare sul ruolo delle parole in tema di risposte sociali alla criminalità. E ha scoperto che le metafore, in particolare, hanno davvero il potere di modificare l’orientamento dell’opinione pubblica.


 Il sonno leggero dipende dalle onde alfa

Avere un sonno profondo o leggero dipende dall'onda alfa, un'onda elettromagnetica che si genera nel cervello facendolo passare allo stato di veglia e quindi, a quanto pare, rendendo il sonno fragile e leggero.


 Il cervello è lento al risveglio? Colpa di alcune aree più pigre

Il nostro cervello, si sa, è pigro al risveglio: ci mette ben 5 minuti prima di iniziare a "carburare", al mattino o dopo il pisolino pomeridiano. Ora però alcuni ricercatori italiani sono riusciti a svelare le cause di questa débâcle.


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 70 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi