Indirizzo email:
 
PSICOMIC
Pagina Facebook
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
Perchè Consultarlo
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
La nostra idea
Cos'è Psicologo@mico
A chi è rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princípi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessività
La curiosità terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 Abitudini a tavola: i genitori influenzano sempre meno i figli

Le abitudini alimentari dei figli non sono la fotocopia di quelle dei genitori. A plasmare i gusti dei fanciulli contribuirebbero maggiormente altri fattori, come le scelte degli amici o i pasti serviti alla mensa scolastica.


 Leggere dagli 0 ai 3 anni: sarà utile in seguito

Il libro è di piccole dimensioni, cartonato e con pagine animate da immagini vivaci. Il bambino lo guarda, lo tiene tra le mani, non sa bene cos'é. Ma a forza di vederlo, ogni giorno anche per pochi minuti, imparerà a prenderne confidenza e a sorridere quando la mamma glielo porgerà.


 I fumatori sanno quanto rischiano: niente class action in Italia

È inammissibile una class action a favore dei fumatori per i rischi del tabacco e l'inserimento di additivi per favorire la dipendenza: i fumatori (al contrario di quanto ritenuto nell'ordinamento americano, dove sono fioccati risarcimenti milionari) sono pienamente consapevoli dei rischi per la salute che corrono fumando.


 I segreti della schizofrenia in "provetta" I neuroni malati comunicano di meno

Ricreare in laboratorio i neuroni di un paziente affetto da schizofrenia, così da poter studiare le fondamenta biologiche della malattia e mettere alla prova l'efficacia dei vari farmaci. E' quanto è riuscito a fare un gruppo di ricercatori del Salk Institute for Biological Studies (California), della Penn State University (Pennsylvania) e di altri centri di ricerca statunitensi, il cui studio è appena stato pubblicato su Nature.


 Le donne ti capiscono meglio? È questione di ormoni

Riuscire a intuire, con un semplice sguardo, sentimenti e stati d’animo che le parole non hanno ancora rivelato è una prerogativa di cui il sesso femminile si vanta frequentemente e, a giudicare da quanto è stato riportato recentemente sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, avrebbe anche basi scientifiche.


 Alcol: i giovani bevono di più, ma a rischiare sono gli anziani

Cresce il consumo di alcol nei giovani ma sono i consumatori più anziani quelli a rischio abuso. l'Istat pubblica una ricerca - con riferimento al 2010 - sull'uso e l'abuso di alcol tra gli italiani.


 Facebook , un elisir di memoria per gli anziani

Facebook elisir di memoria quando comincia ad abbandonarci: è questo l'effetto che il popolare social network ha fra gli over 65, dove continua a raccogliere fan. Sono infatti oltre un milione e mezzo gli anziani con un profilo facebook, e a questi si aggiungono un altro milione di internauti dai capelli bianchi che si tengono in contatto con parenti e amici via Skype, o guardano i video dei nipotini lontani su Youtube.


 Prima si beve da piccoli, più ci si attacca alla bottiglia da grandi

Gli eventi traumatici che stravolgono la vita portano al bar soprattutto chi ha conosciuto fin da piccolo il subdolo potere rilassante ed estraniante dell’alcol.


 Più sport, meno spinelli

Avete appena scoperto uno spinello nella giacca di vostro figlio e non sapete come affrontare la questione? La contromossa più intelligente potrebbe essere quella di iscriverlo in palestra.


 Alcol più caffeina, il risultato non cambia

Ancora una volta viene smentita la teoria cara ai consumatori più giovani, anche perché alimentata strumentalmente da messaggi pubblicitari equivoci, che l'aggiunta di caffeina all'alcol «metta la ali» e contrasti gli effetti negativi sulla capacità di condurre autoveicoli.


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 36 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi