Indirizzo email:
 
PSICOMIC
Pagina Facebook
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
Perchè Consultarlo
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
La nostra idea
Cos'è Psicologo@mico
A chi è rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princípi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessività
La curiosità terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 Il pianeta è obeso, si salva solo l'Asia Sovrappeso 1,5 miliardi di persone

C'è solo qualche isola felice in Asia: Cina e Giappone soprattutto. Per il resto il pianeta è "tondo", con un miliardo e mezzo di adulti in sovrappeso e un altro mezzo miliardo di obesi. In Europa ci sono pochissime eccezioni, come l'Olanda, che si salva grazie all'abitudine di andare in bicicletta. E non va meglio tra i più piccoli: sono 170 milioni i bambini obesi e in sovrappeso.


 Sesso: famolo (in un posto) strano

Un’indagine sui gusti sessuali condotta su 500 newyorkesi ha mostrato come le coppie spesso cerchino luoghi alternativi al letto per prodursi nell’amplesso o comunque nel fare sesso in genere.
Ecco così che i luoghi più impensati si trasformano in alcova provvisoria per molti amanti e, più c’è il rischio di essere scoperti, più sale l’eccitazione.


 3 soluzioni, e non solo, per vincere lo stress da rientro

Da Assolatte e Coldiretti ecco arrivare i consigli per risollevarsi dallo stress da rientro, tirar su l’umore e recuperare il sonno perduto.


 I fondamenti della relazione di aiuto

Fu Don Milani ad adottare il motto “I care” letteralmente “Mi importa, ho a cuore" (in dichiarata contrapposizione al “Me ne frego” fascista). Questa frase scritta su un cartello all'ingresso della scuola di Barbiana, riassumeva le finalità di “cura educativa” di una scuola orientata alla presa di coscienza civile e sociale.


 Quei bambini troppo vivaci e 'distratti' che iniziano a far paura all'America

Il deficit d'attenzione e iperattività negli Stati Uniti colpisce un bambino su dieci. Un record perché in dieci anni, secondo l'Istituto superiore di sanità Usa, il disturbo è aumentato del 30 per cento. Ma i malati di oggi sono destinati a diventare adulti "difficili". I sintomi infatti possono ripetersi nel 65 per cento dei casi.


 Scoperto il gene che 'cancella' dalla memoria i brutti ricordi

UN BRUTTO RICORDO che assilla e rende ogni cosa difficile. Un'esperienza traumatica che continua a tornare in mente. Appare anche nei sogni, senza darci pace. L'idea di poter dimenticare tutto sembra impossibile. Non è così: un gruppo di ricercatori del Queensland Brain Institute di Saint Lucia, in Australia, ha fatto una scoperta 1che potrebbe essere utile per far sparire, come per magia, pensieri negativi e difficoltà.


 Meno tv e più sport, l'elisir di lunga vita

Chi vuole vivere più a lungo deve guardare meno la televisione e fare più sport. Già lo si sospettava, ora c'è la certezza grazie a uno studio pubblicato sul British Journal of Sports Medicine, condotto dai ricercatori dell'università del Queensland su 11 mila persone con più di 25 anni.


 Depresse ad agosto? È la «Summer Sad» E la colpa è tutta degli occhi

Il susseguirsi delle stagioni crea un complesso intreccio di variabili naturali che hanno un ruolo fondamentale nell’evoluzione umana rappresentando il nostro collegamento con l’ambiente. Le più importanti sono la luce, la temperatura e l’umidità; tre elementi che agendo sui nostri sistemi neuroendocrini possono condizionare organismo e cervello.


 La prima sigaretta è la più dannosa

La prima mezz'ora è quella più rischiosa. Fumare una sigaretta nei primi 30 minuti della giornata aumenta sensibilmente il rischio di sviluppare un tumore ai polmoni, alla testa e al collo.


 Una luce o un sms per riconoscere la «droga dello stupro»

Una luce che si accende su un sensore piccolo come la capocchia di uno spillo. Oppure un sms inviato in tempo reale dal sensore sul cellulare. Insomma, un segnale di allarme che metta in guardia in modo discreto, ma allo stesso tempo riesca a scongiurare il rischio di ingerire, insieme a un cocktail o qualsiasi altra bevanda, anche la cosiddetta «droga dello stupro» (date rape drug).


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 130 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi