Indirizzo email:
 
PSICOMIC
Pagina Facebook
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
Perchè Consultarlo
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
La nostra idea
Cos'è Psicologo@mico
A chi è rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princípi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessività
La curiosità terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 L'insonnia che uccide

Avete mai fatto un sogno tanto realistico da sembrarvi vero? E se da una sogno così non vi poteste più svegliare, come potreste distinguere il mondo dei sogni da quello della realtà? All’apice della sua malattia Sandro (il nome è di fantasia), un veneto di 53 anni estremamente energico e molto colto, "viveva" la realtà dei sogni e li rappresentava fisicamente. Mentre dormiva si alzava, si fermava e dava il saluto militare.


 Costano meno e non spaventano Ma i sigarilli sono pericolosi: ecco perché

Il vecchio adagio può benissimo adattarsi ai rigidi Stati Uniti dove è stato deciso che dal prossimo settembre il 20% della superficie dei pacchetti di sigarette sarà occupato da 9 immagini orribili di malattie e di morte legate al fumo. 45 anni fa gli Usa sono stati anche il primo Paese del mondo a rendere obbligatorie le scritte sui pericoli per la salute procurati dal fumo che da qualche anno anche noi troviamo sui nostri pacchetti.


 Depressione post parto, pochi i centri dedicati

In attesa di un bambino, o con un bebè in braccio: devi essere felice per forza. Come si può non toccare il cielo con un dito? Difficile trovare chi non pensi che la maternità per una donna sia il periodo più bello della vita. Per tante, invece, non è così e l’arrivo di un bimbo si accompagna alla depressione, prima o dopo il parto: succede ogni anno a circa 80 mila italiane (il 16% delle neomamme).


 Vi manca la memoria? Fate ginnastica

Mens sana in corpore sano. La saggezza dei latini viene confermata, ancora una volta, da una ricerca che ha scoperto che subito dopo aver fatto esercizio fisico migliora la memoria, rispetto ai sedentari, perchè aumenta la produzione di una proteina che migliora la salute delle cellule nervose.


 Il web "dottore" dei giovani Otto su dieci si informano online

L'84% dei giovani italiani si affida al 'dottor Web'. Hanno tra i 18 e i 25 anni, non mollano pc e tastiera quando hanno bisogno di informarsi sulle malattie o cercano notizie dal mondo della scienza. Fuori gioco media tradizionali come stampa, radio e tv. Piuttosto, i protagonisti sono siti web, forum, social network, blog.


 Io e mio figlio in sovrappeso? Per niente

Lo specchio non funziona troppo bene a chi ha qualche chilo di troppo: secondo una ricerca presentata all'ultimo convegno Nutrition, Physical Activity and Metabolism/Cardiovascular Disease Epidemiology and Prevention dell'American Heart Association , infatti, mamme e figli in sovrappeso tendono a vedersi (e a vedere l'altro) meno cicciottelli di quel che sono.


 Leggere ad alta voce ai bambini? Cominciare già dal sesto mese

La lettura e il racconto ad alta voce legano ancor di più il bambino ai genitori, lo aiutano a crescere, e sono uno strumento semplice ma efficace per uno sviluppo ottimale: è questa la filosofia che ha guidato il progetto «Leggere per crescere», che nell'arco di 10 anni ha coinvolto 14 regioni, 600mila famiglie, 11mila operatori, 71 ospedali.


 Il preservativo? E’ una scelta virile

Tanto più un uomo è dotato di una generosa dose di testosterone, tanto più tenderà a vivere rapporti protetti, tutelando sé stesso e la propria compagna dalle malattie a trasmissione sessuale e da gravidanze indesiderate. Esattamente al contrario di quanto si sarebbe portati a credere, immaginando il maschio con l’ormone alle stelle meno razionale e più trascinato dall’istinto.


 Internet e social network: i ragazzi italiani sono più vulnerabili

Cominciano a 10 anni, un po' in ritardo rispetto alla media dei ragazzi europei. Ma «navigano» quasi tutti, nove su dieci, più della metà tutti i giorni. E altrettanti hanno un profilo su un social network.


 Dimmi come lavori e ti dirò se (e come) ti “esaurirai”

Pur di non andare a lavorare si farebbero carte false. Perché le ore in ufficio lasciano stremati e senza forze, di cattivo umore, regalando un malessere che proprio non passa.


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 102 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi