Indirizzo email:
 
PSICOMIC
Pagina Facebook
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
Perchè Consultarlo
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
La nostra idea
Cos'è Psicologo@mico
A chi è rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princípi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessività
La curiosità terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 La Toscana approva la legge per l'uso sanitario di cannabis

La cannabis come terapia contro il dolore. Il Consiglio regionale toscano approva la prima legge in Italia per facilitare l’uso di farmaci con cannabinoidi, nella cura di specifiche malattie, come la sclerosi multipla, la depressione o il glaucoma. Le strutture sanitarie avranno un ruolo fondamentale riducendo gli attuali tempi burocratici lunghissimi (anche quattro mesi) per ottenere la cannabis.


 Mangiano meglio i bambini liberi di pasticciare nel piatto

Chi fa da sé non solo fa per tre, come dice il proverbio, ma impara meglio. Lo dimostra un recente studio condotto su 155 bambini dai 20 mesi ai 6 anni e mezzo, recentemente pubblicato da BMJ Open.


 Meno cibi sani, più antidepressivi

Si rinuncia a un'alimentazione sana e a fare sport, aumenta l'uso di antidepressivi. È un quadro pesante quello che emerge dal Rapporto Osservasalute 2011, presentato a Roma, al policlinico Agostino Gemelli, e dedicato allo stato di salute e qualità dell'assistenza nelle regioni italiane.


 Sul grande schermo non si fanno i conti con la salute

Più o meno esplicitamente, fumo e alcol escono dagli schermi del cinema per introdursi nella vita reale. Non è così facile contenerli e tanto meno cancellarli del tutto e la loro influenza negativa pesa soprattutto sulle nuove generazioni. Il cattivo esempio non viene solo da John Wayne o Humphrey Bogart, che recitavano quando si sapeva assai meno dei danni di fumo e alcol, e delle loro abitudini hanno poi fatto le spese. Il problema è che Gandalf il bianco fuma la pipa nel Signore degli anelli e James Bond brinda ai suoi successi sentimentali e professionali con fiumi di champagne.


 Allucinogeni e stimolanti, consumi raddoppiati

In undici anni sono raddoppiati i consumi abituali (più o meno quotidiani) di allucinogeni e stimolanti (le sostanze più nuove) tra i giovani italiani. E c’è anche un ritorno dell’eroina. È quanto è emerso dall'indagine Espad del Cnr che ha monitorato 350mila ragazzi tra i 15 e i 19 anni, dal 1999 al 2009.


 Una "app" per non cadere nella dipendenza da droga

Per ora è un progetto, ma potrebbe rivelarsi l'ennesima "app" con interessanti ricadute sulla salute. Si chiama iHeal ed è la prima applicazione per smartphone a cui saranno collegati biosensori speciali, in grado di rilevare le modifiche fisiologiche che si hanno quando l'organismo di un paziente con dipendenza da sostanze d'abuso sta entrando in una fase di astinenza; a quel punto, il dispositivo multimediale invia un segnale sonoro di allerta associato a “consigli” personalizzati che dovrebbero scoraggiare il paziente dal cercarsi la "dose".


 Maschi imbranati? Ecco perché

Perché gli uomini s’imbranano davanti a una donna e non succede il contrario? Lo spiega uno studio dell’Università olandese di Radboud pubblicato su Archives of Sexual Behaviour: quando un uomo incontra una donna per lui minimamente appetibile disperde buona parte delle sue risorse mentali a fantasticare se, come e quando potrebbe portarsela a letto e ciò compromette le sue performance cognitive perché gli fa sprecare un sacco di energie mentali nell’intento di farle buona impressione.


 La depressione post-parto dei neopapà

Secondo uno studio britannico della Oxford University, pubblicato sul Journal Psychological Medicine, una percentuale che oscilla tra il 4 e il 5 per cento dei maschi che hanno appena avuto un figlio soffre di depressione post-natale, contro il dieci per cento delle neo-mamme.


 Alcol e giovani: binomio ad alto rischio

Sono circa ventimila i morti provocati ogni anno in Italia dall’alcol, più di quelli causati da droga (quasi mille decessi l’anno) e incidenti stradali (5mila circa). E il consumo eccessivo di alcolici va oggi considerato un importante e molto diffuso fattore di rischio per la salute: è legato a ben 60 malattie diverse, incluso il cancro; è una delle principali cause di cirrosi epatica e il secondo responsabile di morte prematura e causa di malattia in Europa.


 Cosa evitare quando l’altro e’ teso, arrabbiato, preoccupato

Può capitare che alla fine della giornata appena metti piede in casa l’altra metà non sia nel mood giusto,abbia il muso o sia abbia grane al lavoro. La domanda double face è “cos’ hai?”


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 135 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi