Indirizzo email:
 
PSICOMIC
Pagina Facebook
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
Perchè Consultarlo
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
La nostra idea
Cos'è Psicologo@mico
A chi è rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princípi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessività
La curiosità terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 Malattie mentali, la riforma contestata dagli specialisti: «Non ci hanno ascoltati»

Una «non riforma», impossibile da realizzare, senza risorse adeguate, che vende per novità soluzioni vecchie e già fallite sul campo, che mortifica i medici e i pazienti, che legifera dove invece è il medico a dover decidere. Oltre a considerare il malato in modo generico senza tenere conto del fatto che le malattie mentali sono molte, molto diverse da loro e che quindi diverse sono anche le fasi e le condizioni psicopatologiche nella quali la persona malata può trovarsi.


 Alcol e adolescenti: il primo bicchiere spesso è offerto da mamma e papà

È in famiglia il primo approccio con l'alcol per la maggioranza dei bambini e degli adolescenti italiani. Il dato emerge da un’anteprima dei risultati dell'indagine «Adolescenti e Alcol» (la ricerca completa sarà presentata il prossimo autunno) realizzata dall'Osservatorio Permanente Giovani e Alcol e dalla Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza su un campione nazionale rappresentativo di 2mila studenti di terza media.


 Sempre connessi, anche in vacanza

Tablet e smartphone non vanno mai in vacanza, anzi: sono diventati ormai propaggini talmente indispensabili che quando siamo in ferie finiamo addirittura per restare connessi (se possibile) ancora più a lungo. Lo dimostra uno studio della canadese Ryerson University, in uscita su Annals of Tourism Research, secondo cui il numero di utilizzatori vacanzieri (compulsivi) di smartphone è triplicato negli ultimi anni.


 Alcol in gravidanza: poco non danneggerebbe il bambino

La questione alcol in gravidanza è sempre dibattuta. Sono infatti in molti a sostenere che le bevande alcoliche dovrebbero essere bandite del tutto quando si è incinta. Per contro, vi sono altri esperti che sostengono come invece una piccola quantità di alcol possa non essere dannosa. Tra questi, un nuovo studio svedese condotto in team dai ricercatori dell’Università di Aarhus e dell’Università di Copenaghen.



 Duecentomila morti all’anno per fumo, alcol e cattiva alimentazione

Al secondo appuntamento del programma “Guadagnare Salute” che si è tenuto ieri a Venezia sono stati presentati i dati sui decessi in Italia, ogni anno, a causa di uno scorretto stile di vita.


 Configurazioni familiari: coppie omosessuali e omogenitorialità

All’interno di un progetto di studio e ricerca, un gruppo di psicologi e psicoterapeuti della famiglia, interessati ad elaborare alcune riflessioni teoriche e cliniche sulle coppie omosessuali e sull’omogenitorialità, è alla ricerca di coppie/partner omosessuali che siano disposte a rispondere ad un’intervista, nel rispetto della privacy, con la finalità di dar vita a nuovi spunti di riflessione.


 Papà «anziani», figli più longevi

Una buona notizia per gli uomini che diventano papà quando non sono più giovani, oltre i 40 o addirittura oltre i 50. Uno studio della Northwestern University (Illinois), condotto su quasi 2mila filippini e pubblicato sulla rivista dell'Accademia americana delle scienze, Pnas, rivela che i padri maturi lasciano in eredità ai figli cromosomi più «protetti», in pratica regalano loro una maggiore longevità.


 L'ormone dell'altruismo e il legame tra stress infantile e depressione adulta

Se da adulti si è depressi, potrebbe dipendere da esperienze negative e stressanti fatte quando si era bambini. Ma che legame c'è tra lo stress infantile e la depressione adulta? L'ossitocina. Ancora: se una persona non è ipnotizzabile e quindi non può ricorrere a questa tecnica psicologica per condizioni mediche che potrebbero beneficiarsene, c'è un farmaco capace di renderla ipnotizzabile?


 Facebook, il luogo più frequentato dalle neomamme

Magari già lo frequentavano prima di partorire il più noto dei social network – Facebook – ma a quanto sembra dopo aver messo al mondo il proprio bambino le neomamme passano la gran parte del loro tempo “libero” attaccate allo schermo del computer o del tablet per scrivere, leggere o interagire con gli amici online.



 Depressione: dietro ci sarebbero i sensi di colpa

Freud aveva postulato a suo tempo che per comprendere la depressione si doveva volgere l’attenzione agli eccessivi sensi di colpa, al biasimo di sé. E questo è quanto è servito da spunto ai ricercatori dell’Università di Manchester per il loro studio. 


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 89 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi