Indirizzo email:
 
PSICOMIC
Pagina Facebook
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
Perchè Consultarlo
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
La nostra idea
Cos'è Psicologo@mico
A chi è rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princípi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessività
La curiosità terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 Anche gli uomini piangono (molto raramente)

Penombra del cinema o della sala teatrale, interno notte: una coppia assiste all’ultima commedia romantica. Con una sottile differenza: lei asciuga qualche lacrima con un fazzolettino, lui quasi sbadiglia, concentrato su altro, magari su alcuni particolari della scena. No, non è questione di livelli di sensibilità differenti, come spesso si è giustificata l’assenza di pianto da parte degli uomini davanti a scene commuoventi di film o spettacoli.


 Fumo, rischio triplicato di tumore per chi comincia a quindici anni

Chi comincia a fumare a 15 anni ha «una probabilità di morire di cancro tre volte maggiore rispetto a chi inizia 10 anni più tardi». È uno dei dati dello studio «Generazione in fumo, strategie per non cominciare, strumenti per smettere» presentato al Senato e curato dall'associazione I-think presieduta da Ignazio Marino.


 Allucinazioni? Possibili anche nei «sani»

Ansia e depressione, possono colpire chiunque: questo lo sanno quasi tutti. Meno noto è che si sono persone normali che, più o meno raramente, possono manifestano sintomi quali allucinazioni uditive e convincimenti deliranti, classicamente associati a problemi psichiatrici «maggiori».


 L’alcol? Non aiuta a dimenticare

Bere troppo, quando si tratta di alcolici, fa male. E se i medici sono concordi nel condannarne l’abuso e le campagne avvertono dell’obbligo a bere responsabilmente, resta diffusa una antica credenza popolare che attribuisce all’alcol potenti effetti antidolorifici. Soprattutto di fronte a quei mali del cuore, e della psiche, difficili da affrontare a mente lucida.


 Hai un temperamento aggressivo? Aumenta il rischio di ictus

«Se vado avanti così mi verrà un ictus», si dice talvolta, quando ci si accorge di superare i limiti nel tentativo di far fronte alle tensioni e di tenere il passo con i ritmi della vita di oggi. Non è solo un modo di dire, né un’esagerazione.


 Lavoro, mamme più sane e felici se il rientro è a tempo pieno

Conciliare casa e lavoro non deve spaventare le neo-mamme. Anzi, chi tra loro è in grado di occuparsi della famiglia e non abbandonare la carriera è più sana e più felice di chi non lo fa. E' la tesi a cui sono giunti i ricercatori statunitensi delle univeristà di Penn State e Akron al termine di uno studio su 2.540 donne diventate madri tra il 1978 e il 1995.


 L’insonnia? È (quasi sempre) colpa del partner

I movimenti del partner sono una delle cause principali del cattivo riposo. È quanto emerge dall'indagine condotta dalla National Sleep Foundation, associazione no profit statunitense, sulla correlazione tra l'ambiente in cui si dorme e la qualità del riposo. Dal sondaggio, condotto su 1004 intervistati, tra i 25 e i 55 anni, risulta che per un quarto delle coppie il rigirarsi continuo di chi dorme nello stesso letto rende difficile addormentarsi e favorisce i risvegli.


 I «genitori-chioccia» generano figli ansiosi

Secondo uno studio australiano pubblicato sul giornale scientifico PlosOne i bambini esageratamente (sor)vegliati e difesi dai genitori hanno più possibilità di diventare ansiosi in futuro.


 Usa, sesso orale sempre più in voga

C'è molto da fare per rendere i giovani consapevoli dei rischi che corrono praticando il sesso orale. A dirlo sono i CDC (Centers for Disease Control and Prevention) di Atlanta, l'ente statunitense che monitora l'andamento di contagi ed epidemie. Lo studio svela che un adolescente americano su quattro fa sesso orale prima di iniziare il classico sesso vaginale: una "rivoluzione" impensabile fino a qualche decennio fa.


 Gli uomini stressati preferiscono le cicciottelle

Il tuo uomo è stressato? Guarda la faccia positiva della medaglia: non dovrai più stressarti tu con i chili di troppo. Uno studio condotto da ricercatori inglesi, dimostra che i parametri con cui i maschi valutano quanto una donna è attraente fluttuano e cambiano in base a vari fattori, tra cui lo stress. I risultati sono chiari: più un uomo è sottoposto a stress, più apprezza curve salutari e ben tornite.


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 67 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi