Indirizzo email:
 
Pagina Facebook
PSICOMIC
Chi è e Cosa fa
Perchè Consultarlo
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
Chi è e Cosa fa
La nostra idea
Cos'è Psicologo@mico
A chi è rivolto
Obiettivi
Consulenze e Formazione
I Maestri
Princípi Sistemici
Aree di intervento
Consulenza psicologica
Psicoterapia individuale
Psicoterapia di coppia
Psicoterapia familiare
Domande e Risposte
La riflessività
La curiosità terapeutica
Socio-costruzionismo
Implicazioni terapeutiche
Il processo terapeutico
Epistemologia Sistemica
Teoria e Pratica
Articoli
 
 
 
News from psicologo@mico
Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
 Cyberbullismo, i giovani a rischio autolesionismo

LE GIOVANI vittime di cyberbullismo hanno circa il doppio delle probabilità di sviluppare comportamenti autolesionisti e di tentare il suicidio.


 I bambini sanno se siamo felici. Già a 6 mesi percepiscono la nostra gioia

PIANGONO se hanno fame, strepitano se sono arrabbiati, sorridono se sono felici e appagati: i bambini sanno farsi capire benissimo. Ma lo sanno fare il contrario? Sanno anche intrepretare le emozioni dei loro genitori e capire, loro  se gli altri sono felici, o arrabbiati? Uno studio preliminare appena pubblicato su Plos One da psicologi  dell’università di Ginevra dice che sì, lo sanno fare. A soli sei mesi – secondo la ricerca -  i neonati sanno identificare le emozioni altrui, non solo i volti, non  solo le voci, ma proprio le emozioni.


 Ragazzi e tumori: perché è importante che ne sappiano di più

Nonostante i molti progressi nella cura dei tumori e la notevole riduzione del tasso di mortalità delle persone colpite da un cancro, sia pure con differenze significative a seconda del tipo, questa malattia resta ancora, nell’immaginario collettivo,quella che fa più paura: il «male incurabile» con il quale per decenni è stato identificato, volendo addirittura evitare di nominarlo.


 Una giornata per 'scollegarsi' da internet

UNA GIORNATA mondiale per sconnettersi, almeno per qualche ora, da smartphone e internet e tornare a comunicare con chi ci sta intorno a noi, guardandosi in faccia, come accadeva in passato. Si terrà il 22 febbraio di ogni anno,  per riflettere sull’abuso delle nuove tecnologie e promuovere un uso consapevole del web.


 L'abuso di marijuana o alcol da adolescenti riduce le probabilità di riuscire nella vita

ESAGERARE con alcol e marijuana da teenager riduce le probabilità di sposarsi, di ottenere un diploma universitario, un lavoro sicuro e una buona condizione economica da adulti. Non si tratta delle parole di minaccia di  genitori esasperati da figli adolescenti sorpresi tra canne e bicchieri di super alcolici, ma dei risultati di uno studio presentato al Meeting annuale dell'American Public Health Association, ad Atlanta.


 L'ottimismo dei bambini dopo il terremoto, il 94% immagina un futuro migliore

E' L'OTTIMISMO dei bambini che di fronte alla difficoltà, riescono a immaginare un futuro migliore. Quasi come in una favola dove alla fine il male viene eliminato e tutti vivono "felici e contenti". E' questo il risultato di un'indagine dell’Istituto di Ortofonologia di Roma in Abruzzo e nelle Marche, dopo il sisma che ha sconvolto l'Italia centrale il 24 agosto 2016.


 Parkinson, un paziente su quattro ha meno di cinquant’anni

Si stima che circa 300mila italiani soffrano di Parkinson, malattia neurodegenerativa a evoluzione lenta ma progressiva, che coinvolge principalmente alcune funzioni quali il controllo dei movimenti e dell'equilibrio. Un numero destinato a crescere nei prossimi anni a causa dell’invecchiamento della popolazione. La malattia, però, non colpisce solo le persone anziane.


 Malattie sessualmente trasmissibili: indispensabile riaccendere attenzione sui rischi

Il rischio di contrarre malattie trasmesse sessualmente è sottovalutato dai giovani e giovanissimi, che ancora confondono contraccezione con prevenzione. I dati mostrano scarsissima consapevolezza di quali siano comportamenti corretti in materia di salute tanto che un teenager su due non utilizza il profilattico, neppure nei rapporti occasionali. 


 Allarme dei medici: spermatozoi in caduta libera

È DIMINUITA di più di 50 punti percentuali, negli ultimi 40 anni, la concentrazione degli spermatozoi negli uomini dei paesi occidentali. L'allarme lanciato da anni nel corso dei congressi europei dell'Eshre, la società europea di embriologia e riproduzione umana, è confermato da un vasto studio guidato dall'università Ebraica di Gerusalemme.


 Facciamo meno sesso rispetto a 20 anni fa

FACCIAMO meno sesso rispetto a vent’anni fa. Almeno per quanto riguarda gli adulti. E’ quanto emerge da una ricerca condotta su 27mila persone, il 96% dei quali si è dichiarato eterosessuale. I ricercatori hanno monitorato l’attività degli statunitensi sotto le lenzuola tra il 1989 e il 2014 ed hanno constatato che gli adulti in media hanno avuto sette rapporti sessuali all’anno in meno nei primi anni ’90 e addirittura nove in meno in confronto agli ultimi anni ’90.


Pagine: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86

 
 555 visitatori online
 Aggiungi ai Preferiti
Imposta HomePage
 
   Copyright © 2009 Psicologo@mico.it - WebMaster: Alfredo Anastasi